Cosa succederà il primo agosto ai bitcoin? UASF e legacy

Il primo agosto verrà fatto il più importante aggiornamento della storia dei Bitcoin. La necessità di un aggiornamento nasce da una disputa su quale protocollo utilizzare per continuare a minare bitcoin.

A questo scopo è nato l’UASF (User Activated Soft Fork),un tentativo di alcuni utenti Bitcoin di creare una catena di blocchi separata (un fork), nella speranza di assorbire la catena dei Bitcoin ad oggi esistente e diventando quindi la catena principale.

Gli scenari che si vanno a presentare sono questi tre:

  1. UASF fallisce. I Bitcoin continuano a funzionare esattamente come ora e come hanno sempre funzionato. Le persone che hanno installato UASF devono effettuare un rollback e saranno di nuovo in grado di spendere ancora i propri Bitcoin mentre tutti gli altri non noteranno alcuna differenza e non dovranno compiere alcuna operazione
  2. UASF ha successo. I Bitcoin continuano a funzionare esattamente come il 31 Luglio ma tutti i blocchi saranno sincronizzati con SegWit e SegWit verrà attivato nelle settimane successive. Tutti i portafogli e tutti i Bitcoin rimarranno comunque accessibili e spendibili.
  3. Nessuna delle due versioni prevale e lo scenario che si va a configurare prevede la nascita di due monete separate, entrambe che pretendono di chiamarsi Bitcoin. Tutti i Bitcoin a questo punto esisteranno in entrambe le catene. Se la catena UASF diventasse pià lunga della catena legacy tutte le transazioni della catena legacy avvenute tra lo split delle due catene sarebbero cancellate per sempre e rimpiazzate da quelle della catena UASF. Questo scenario “apocalittico” potrebbe ripetersi più volte se le due catene fossero in forte competizione.

Ad oggi sembra si sia trovato un accordo grazie a SegWit2x, che ha raggiunto il sostegno dell’87% dei miners e che risulta compatibile con entrambe le catene, la legacy e la UASF. Sembra quindi scongiurato qualsiasi pericolo o la nascita di una nuova criptomoneta, come successo con Litecoin, nata da un fork di Bitcoin.

Leggi anche  Putin sfida la Cina sui Bitcoin

L’update risolverà molti problemi di Bitcoin grazie a Lightning Network che abbasserà i costi di transazione e i tempi di attesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *