In Australia i Bitcoin diventeranno una valuta ufficiale?

Dopo la proposta di legge Sud Coreana anche i legislatori Australiani si stanno spingendo per il riconoscimento del bitcoin come valuta ufficiale.

Secondo Sydney Morning Herald, i rappresentanti del centro e della sinistra si stanno muovendo in tal senso. In particolare dai partiti centristi arriva una richiesta più ampia, che chiede al governo di accogliere meglio la tecnologia blockchain anche per altri utilizzi.

I maggiori sostenitori dell’iniziativa sono il senatore Liberale Jane Hume e il senatore del Laboristi Sam Dastyari. Stanno spingendo l’opinione pubblica e gli altri partiti politici ad abbracciare maggiormente le criptovalute e la tecnologia blockchain. Hume e Dastyari hanno formato un gruppo a sostegno soprannominato Parliamentary Friends of Blockchain (Amici Parlamentari della Blockchain).

Tra le proposte c’è anche un invito alla banca centrale dell’Australia a considerare il lancio della propria crittografia.

“Questo sarà un salto rivoluzionario per la Reserve Bank e per le istituzioni finanziarie australiane, quello che vogliamo fare qui nel Parlamento è creare l’ambiente politico per permettere questo balzo”, ha dichiarato Dastyari.

Già quest’anno, la Reserve Bank australiana ha rivelato di aver creato un gruppo di lavoro interno incentrato sulla blockchain, come d’altronde hanno fatto molte altri enti nel resto del mondo.

Bill Shorten, del Partito laburista australiano, ha tenuto un discorso in giugno per richiedere controlli più stretti sull’uso di bitcoin nel paese, segno che non tutta la classe politica Australiana abbraccia l’iniziativa.

Via smh.com.au

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *